L’orto sul balcone

Coltivare un orto sul balcone sta diventando la nuova moda del momento. Prenderci cura dele piccole piantine, vederle crescere man mano, è un’attività che rilassa e allo stesso tempo ci riempie di soddisfazione.

L’orto sul balcone può essere limitato per ragioni di spazio, ma è molto meno invaso da parassiti, come avviene di solito per gli orti su terra.

Accanto a gerani e fiori, si possamo coltivare numerose piantine che ben si adattano al poco terreno, come ad esempio: insalata e pomodori, piante aromatiche oppure zucchine e fragole.

Cosa importante è scegliere comunque piante che non richiedano molte cure, come l’uso di pesticidi per allontanare i parassiti, e piantare delle varietà di verdure “facili”. Il pomodoro, che tanto amiamo usare nelle nostri piatti estivi, preferitelo nel tipo San marzano o Ciliegino: crescono entrambi bene nei vasi e con l’ausilio di piccoli tutori e legacci si erigeranno da soli. Una volta iniziato con due o tre ortaggi, provate anche a piantare piselli o fagioli, sono piante arrampicanti che possono regalare un angolo verde bello da vedere.

Vasi e terreno

La profondità della terra è un fattore importante per il buon sviluppo della pianta, per il pomodoro ad esempio dovrà essere almeno di 50 cm, questo farà si che la pianta possa raggiungere la maturazione e dare dei frutti di dimensioni normali. Il consiglio quindi è di scegliere il vaso giusto a seconda della pianta, nelle buste delle sementi di solito sono indicati sia profondità che distanza con cui fare la semina, elementi da prendere in considerazione.

Per l’orto in terrazzo i vasi in terracotta sono perfetti perché lasciano traspirare le piante, ma forse un pò difficili da gestire, il loro peso arricchito dalla terra, potrebbe essere un problema per il balcone cittadino.

In commercio oggi ci sono dei validi aiuti, come ad esempio le sacche in un tessuto riciclabile (bac sac) che lasciano respirare le piante. Sono leggere e facilmente spostabili perchè provviste di manici. Ne parlano sul sito moglialunga.it.

Oppure le sacche da appendere, create in tessuto non tessuto, con un mix di feltro tritato da sistemare sul fondo, che ha come funzione quella di umettare per evitare i ristagni d’acqua, prodotte da 13Ricrea.

Per chi ha uno spazio maggiore ci sono anche i tavoli da riempire di terra, per coltivare più facilmente, senza dover chinarsi! (Link)

1. Gardening on the balcony, 2. Goya / ゴーヤ, 3. balcony farm, 4. garden raised beds, wooden planting tables

Libri consigliati

L’orto sul balcone di Grazia Cacciola, edizione Fag Milano

Smalto, rossetto e pollice verde di Laetitia Maklouf, edizione Tea

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>